Sette boy band che ho avuto il piacere di veder nascere e morire

take-that-90

Suono in una boyband, suono in una boyband 
Mi manca il senso del pudore
(Velvet)

Qualche giorno fa ho sentito gli One Direction. Che tenerezza. Mi è venuto in mente che gruppi di ragazzini così – pezzi orecchiabili, faccia da bravo bambino, basta – mi è capitato di vederne parecchi. Troppi. Ovviamente quindici anni fa mi infastidivano, mi infastidiva tutta quell’inutilità che rubava spazio ai Guns n’ Roses. Poi il tempo, l’età, ha attenuato il fastidio. Ed è rimasta la tenerezza. Ricordo abbastanza bene almeno sette boy band. So come nascono, so quanto durano, so come finiscono. Tenerezza.

  1. Take That. I migliori, dai. Forse perché venivano da Manchester e da Manchester viene ottima musica. Tre album fra il 92 e il 95, molti bei balletti e qualche buona canzone. Poi la separazione, Robbie Williams diventa una star, Gary Barlow esordisce che sembra il nuovo Elton John e poi si perde, gli altri boh. Dieci anni dopo la reunion, altri tre album. Solo pop, ma di classe.
  2. East 17. Londinesi, contemporanei dei Take That, tre album negli stessi anni. Molto più deboli, ma con due singoli appiccicosi (Let it rain e Stay another day). Poi separazioni, reunion, anonimato. Com’è giusto.
  3. Backstreet Boys. Americani, fine anni 90. Pare che suonino ancora, immagino per i parenti. Comunque non faranno mai più nulla come Backstreet’s Back (all right!..è ancora più forte di me).
  4. ‘N Sync. Americani, tre album fra il 98 e il 2001. Degni di nota I want you back, un’apparizione meravigliosa nei Simpsons e, dopo lo scioglimento, la carriera solista di Justin Timberlake.
  5. Five. Tre album fra il 98 e il 2001, pure loro. Decisamente inutili. Ma per l’esordio campionarono I love rock n’ roll di Joan Jett e indubbiamente ci presero.
  6. Ultra. Li odio, li odio anche adesso. Say it once è roba da Guantanamo. Inaccettabili, solo due album, per fortuna.
  7. Blue. Tre album anche loro prima di sciogliersi (One Direction, io ve lo dico, voi siete già al secondo, addio). In mezzo, One love e collaborazioni con Elton John e Tiziano Ferro. Purtroppo, si son riuniti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...