[1970] Layla and other assorted love songs – Derek and the Dominos

a19126

Buona la prima e poi ognuno per la sua strada. Ci fosse una classifica per questo genere di album, Layla and other assorted love songs si giocherebbe senza fatica i primissimi posti.
Quell’anno Eric Clapton ha appena messo fine all’esperienza con i Cream e con i Blind Faith, separatisi dopo un solo album. Ha collaborato con George Harrison, John Lennon, Stephen Stills e Delaney and Bonnie. E ha trovato persino il tempo per scrivere, incidere e pubblicare il suo omonimo album d’esordio. E’ irrequieto, ma al massimo della forma. Forse per questo Layla and other assorted songs è da molti considerato il punto più alto della sua carriera. Perché il miglior Eric Clapton incontra uno dei più grandi supergruppi di sempre, forse il più grande, incrocia la chitarra slide di Duane Allman (ufficialmente non un membro della band, ma fondamentale per il suo suono), si serve di Jim Gordon (batteria) e Carl Radle (basso) a formare un’impressionante sezione ritmica. E aggiunge le tastiere di Bobby Whitlock, per non farsi mancare nulla. Una band splendida e dannata, che non resisterà oltre la pubblicazione di questo primo album. La morte di Jimi Hendrix durante le sessioni di registrazione devasta Clapton, che gli dedica la cover di Little Wing, incisa una settimana prima. “Slowhand” entra in una spirale di depressione che ha il suo culmine l’anno successivo, con la morte dell’amico Duane Allman. Per Clapton ha inizio la fase più difficile della sua vita e della sua carriera, la droga lo terrà lontano delle scene fino al ’74.
E allora vale la pena riascoltare cosa fece prima di quello stop. Layla ruba ovviamente la scena a tutto il resto. Clapton la scrive con Jim Gordon, il testo è per Patty Boyd, la moglie di George Harrison. Sarebbe comunque un gran pezzo, con un riff strepitoso, ma sono il duello con la slide di Duane Allman e la coda finale ideata da Jim Gordon a renderlo immortale. Gli altri pezzi dell’album vengono ingiustamente oscurati dalla maestosa grandeur di Layla. Ed è un peccato, perché Clapton, da solo o in coppia con Whitlock, scrive alcune delle sue cose migliori. Bell bottom blues è chiaramente influenzata dall’amico George Harrison, la slide di Duane Allman valorizza le altre composizioni, fra cui spicca Anyday. Poi ci sono le cover. Soprattutto lo standard blues Nobody knows you when you’re down and out e la già citata Little wing di Jimi Hendrix. Anche qui, è Duane Allman a rendere indimenticabile questa versione, che in seguito verrà utilizzata per aprire i concerti di Derek and the Dominos, in onore dell’autore scomparso.
14 pezzi in tutto, si diceva quindi, buona la prima e poi ognuno per la sua strada. Secondo Clapton non poteva durare. Il gruppo era una copertura, si nascondeva dietro il nome Derek mentre cercava di rubare la moglie a George Harrison. Comunque sia, per risentire Clapton su questi livelli bisognerà aspettare il 1977 e l’album Slowhand.

Tracklist

  1. I looked away
  2. Beel bottom blues
  3. Keep on growing
  4. Nobody knows you when you’re down and out
  5. I am yours
  6. Anyday
  7. Key to the highway
  8. Tell the truth
  9. Why does love got to be so sad?
  10. Have you ever loved a woman
  11. Little wing
  12. It’s too late
  13. Layla
  14. Thorn tree in the garden

Must hear songs: Bell bottom blues, I am yours, Layla

Produzione
Tom Dowd

Musicisti

Eric Clapton: chitarre, voce

Duane Allman: chitarra slide e acustica

Carl Radle: basso, percussioni

Jim Gordon: batteria, percussioni, piano

Bobby Whitlock: piano, organo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...