[1966] Rain – The Beatles

The+Beatles+RAIN

Che i Beatles fossero avanti di una ventina d’anni almeno rispetto alla media dei loro contemporanei è cosa assodata, giusto Scaruffi non è d’accordo ma chissenefrega. Certo è che c’è un momento in cui questa loro “modernità” produce canzoni e album che riascoltati oggi suonano molto più che contemporanei. Quel momento è il 1966.
Rain fa parte di quel gruppo di canzoni incredibili che i Beatles ritennero di non dover inserire su nessun album e pubblicare solamente come singolo. Facevano cose così, i Beatles. Tipo che nel ’66 pubblicarono un album come Revolver ma lasciarono fuori Rain per metterla sul lato B (sì, il lato B) del 45 giri di Paperback writer. Facevano cose così, i Beatles.

Rain ha sostanzialmente inventato il Britpop degli anni 90, rendendo possibile gente come i Kula Shaker e gli Oasis – che agli esordi si chiamavano proprio Rain – ma riascoltata oggi suona meglio, più potente, più tutto di quasi ogni cosa fatta dagli Oasis.

Rain è una tempesta perfetta. I suoni, la voce di Lennon, il basso di McCartney, perfino Ringo che si ritaglia per una volta un ruolo da protagonista: “Io mi conosco e so come suono e il mio massimo è stato Rain“, disse una volta. Tutto contribuisce a farne il capolavoro indiscusso che è, compresi i giochini da studio, con le parti registrate su nastri che andavano a velocità accelerata e poi incise a velocità normale e, prima volta assoluta, la voce incisa al contrario nel finale (idea di John secondo John, di George Martin secondo George Martin). Persino il testo – con un Lennon influenzato dall’LSD che invita a sviluppare uno stato mentale che vada oltre il bene e il male – è fra i più maturi fra quelli scritti dai Beatles sino a quel momento.
Per finire, quello di Rain è l’antenato dei videoclip, probabilmente il primo video promozionale pensato come tale. L’idea fu di Klaus Voorman, bassista e illustratore tedesco, amico dei Beatles dai tempi di Amburgo, la regia di Michael Lindsay-Hogg.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...