Cose da ascoltare del 2015

Il ritorno dei Blur e dei Faith No More, il capolavoro di Sufjan Stevens, quello degli Apartments e quello di Benjamin Clementine, i soliti grandissimi Low, Waterboys, Idlewild. E poi ancora Calexico, Villagers, Decemberists, Beach House. Il secondo album – per entrambi buone conferme – di Django Django e Alabama Shakes. Il rock di Kurt Vile e – finalmente – il buon disco di Chris Cornell. La sempre meravigliosa Sharon Van Etten. Gli Other Lives e Father John Misty. L’esordio degli Hooton Tennis Club. Carl Barât, con i Jackals ma anche – di nuovo – con i Libertines. Ash, Admiral Fallow, Gaz Coombes. Florence and the Machine, Hanni El Khatib, i Beirut. Andrew Combs e gli EdItors. McCartney che duetta con Rihanna e Kanye West. Gli italiani Verdena.
Gli Eagles of Death Metal.

Annunci

2 pensieri su “Cose da ascoltare del 2015

  1. Ho appena stilato una mia top 10 di canzoni per salutare il 2015; notavo che fra i 33 nomi (validissimi) che hai citato tu, l’unico in comune con la mia playlist è quello dei Django Django! In realtà ho ascoltato molti lavori fra quelli suggeriti da te..intramontabili i Blur, carini come sempre i Beirut, bei capolavori se parliamo di Benjamine Condolence e Sufjan Stevens. Non mi ha fatto impazzire Florence, che invece attendevo con ansia. Bella playlist, se ti va dai un’occhiata alla mia 🙂

    https://cheocchigrandi.wordpress.com/2016/01/31/le-10-canzoni-migliori-del-2015

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...