[1968] Rain and tears – Aphrodite’s Child

RainAndTearsBBGli Aphrodite’s Child erano un bel gruppo, con un ottimo cantante, Demis Roussos, e un tastierista che poi col nome di Vangelis avrebbe fatto fortuna scrivendo un bel po’ di colonne sonore notevoli. Erano greci e questo li rende una specie di rarità, soprattutto perchè non erano specializzati in sirtaki. Sono stati fra i primi gruppi prog, a dirla tutta, anche se magari sul momento non molti lo sapevano. Rain and tears fu il loro primo grande successo. Era figlia di A wither shade of pale dei Procol Harum, in un certo senso, perché anche qui una melodia classica (lì era di Bach, stavolta di Pachelbel) viene riarrangiata e trasformata in un pezzo pop. Uscì nel 1968, a maggio, e divenne quindi piuttosto casualmente la colonna sonora delle contestazioni del Maggio francese anche se con quelle contestazioni non aveva nulla a che fare, era una semplice canzone d’amore triste, la pioggia auspicata nel testo avrebbe nascosto le lacrime del protagonista.

Rain and tears are the same
but in the sun you’ve got to play the game

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...