Desert Trip Festival, la Villa Arzilla del rock

 

Qualche decennio fa Paul McCartney cantava di quando avrebbe avuto 64 anni. Calvo e coi nipotini sulle ginocchia, si immaginava. A 74 anni si è ritrovato in California con altri vecchietti dai nomi importanti – Rolling Stones, Who, Bob Dylan, Neil Young, Roger Waters – ad animare un Festival rock che è stato subito ribattezzato Oldchella, il Coachella dei vecchi, dei veterani, dei reduci, dei sopravvissuti. Gli Who che speravano di morire prima di diventare vecchi hanno chiuso il weekend aperto dai Rolling Stones. In mezzo McCartney ha fatto McCartney – con tanto di omaggio ai Beatles affiancato da un Neil Young una volta tanto sorridente e non incazzato – Roger Waters ha fatto Roger Waters, con un set anti-Trump. Eh. In ogni caso Un trionfo di rughe, nostalgia e talento.

I Rolling Stones rifanno Come Together dei Beatles.

Simple twist of fate di Bob Dylan

Paul McCartney e Neil Young insieme per A day in the life

Roger Waters contro Trump

Won’t get fooled again, il gran finale degli Who

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...