[1989] Sowing the seeds of love – Tears for Fears

Finisce il decennio e finisce il binomio Roland Orzabal e Curt Smith. I Tears for Fears continueranno a esistere ma saranno solo la firma con cui Orzabal continuerà da solo a fare musica.

Non si può dire però che il duo non chiuda la prima fase della sua storia, quella di maggior successo e qualità, in grande stile. The Seeds of Love è un disco bellissimo e, fra le tante cose notevoli, contiene la canzone da cui è tratto il titolo dell’album. Sowing the seeds of love non è solo uno dei più pregevoli gioielli pop firmati dalla coppia – e più in generale una delle canzoni più belle degli ultimi trent’anni – ma anche un omaggio raffinato ai Beatles, in particolare con l’assolo di tromba che cita esplicitamente Penny Lane.

La canzone venne scritta due anni prima in occasione della vittoria di Margaret Thatcher alle elezioni che le conferirono il terzo mandato da Premier (è la politician granny del testo). Con tanto di invito a Paul Weller a kick out the Style and bring back the Jam – è una sorta di appello rivolto al popolo, una canzone politica con uno slogan che sarebbe piaciuto a John Lennon.

High time, we made a stand
And shook up the views of the common man
And the love train rides from coast to coast
D.j.’s the man we love the most
Could you be, could you be squeaky clean and smash every hope of democracy
As the head line says you’re free to choose
There’s egg on your face and mud on your shoes
One of these days they’re gonna call it the blues yeah, yeah

Sowing the seeds of love, seeds of love, sowing the seeds
Sowing the seeds of love, seeds of love, sowing the seeds

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...