[1994] Millenovecentonovantaquattro

Nel 1994, il 5 aprile, è morto Kurt Cobain. Nel 1994 i REM hanno fatto uno dei loro ultimi dischi semi-perfetti. Nel 1994 è uscito il primo disco degli Oasis. Il 1994 è l’anno di Grace di Jeff Buckley. Il 1994 è un anno in cui sono usciti talmente tanti dischi incredibili che la top10…

[1997] Millenovecentonovantasette

A gennaio debuttano i Daft Punk (Homework) ed esce il terzo disco dei Built to spill (Perfect from now on). Il mese successivo David Bowie pubblica il suo ventesimo album, Earthling, fra i migliori post-70. Ma i dischi più belli del mese sono l’album omonimo con cui i Blur abbandonano il britpop, Either/Or di Elliott…

[1967] – Millenovecentosessantasette

Between the Buttons esce a gennaio, fotografia sfocata dei Rolling tones ancora indecisi sulla direzione da prendere. Jagger e Richards da una parte e Brian Jones dall’altra. Singoli pazzeschi come Let’s spend the night together e Ruby Tuesday da una parte (almeno nell’edizione americana), qualche traccia riempitivo non particolarmente riuscita (Cool, Calm and Collected) e…

[1976] Millenovecentosettantasei

Esordi. Hey! Ho! Let’s go! Poco più di due minuti tirati e con Blitzkrieg Bop ha inizio la storia discografica dei Ramones. Un mese dopo, sempre sul versante punk del rock esce il primo dei tre album delle Runaways di Joan Jett e Lita Ford (e, a proposito di rockers femminili, esce il primo disco degli Heart…

[1996] Millenovecentonovantasei

Evil Empire dei Rage Against the Machine, Pinkerton dei Weezer, Billy Breathes dei Phish, Good God’s Urge dei Porno for Pyros, Burdens of Being Upright di Tracey Bonham, Dust degli Sreaming Trees, Casanova dei Divine Comedy, Being There dei Wilco. Sono solo alcuni album usciti nel 1996 che avrebbero meritato la copertina. Alla fine ho scelto soprattutto…

[1966] Millenovecentosessantasei

Annata niente male, il 1966. L’anno che ha consacrato Simon and Garfunkel, l’anno in cui i Rolling Stones hanno fatto il salto di qualità e Brian Wilson ha portato i Beach Boys al livello dei Beatles. Ah già, l’anno in cui i Beatles hanno detto basta ai concerti per fare l’ennesima rivoluzione. Niente male il 1966. Simon and Garfunkel…

[1965] Millenovecentosessantacinque

Il 1965 è stato davvero un anno cruciale. Per capirlo basta mettere in fila, in ordine cronologico, gli album usciti quell’anno. A gennaio i Rolling Stones pubblicano il secondo album, una raccolta di cover rock n’ roll e rhythm n’ blues tra le quali timidamente si affacciano ancora trascurabili tentativi di Mick Jagger e Keith…

[1995] Millenovecentonovantacinque

Anno di grandi esordi, consacrazioni, classici. I Wilco, nuova incarnazione del genio di Jeff Tweedy dopo lo scioglimento degli Uncle Tupelo proseguono il discorso interrotto dalla band precedente: per sperimentare ci sarà tempo, A.M. è un album fondamentale per la band di Chicago. Da Seattle arrivano invece i Presidents of The United States of America, trio batteria, basso…

[1991] Millenovecentonovantuno

Nel 1991 scoppia la Guerra del Golfo, in Sudafrica finisce l’Apartheid e crolla l’Unione Sovietica. Per il rock è un anno fondamentale, è l’anno dell’ultima vera rivoluzione, la rivoluzione del grunge, di Seattle e di Kurt Cobain. Il 24 settembre esce Nevermind dei Nirvana, l’album di Smells like teen spirit, l’album che finirà al primo…

[1979] Millenovecentosettantanove

Il 1979 chiude gli anni Settanta col botto. Si sfidano dinosauri del rock e nuove leve pronti a scalzarli. Da una parte i Pink Floyd del monumentale e tormentato The Wall, dall’altra i Clash di London Calling. Anche i Fleetwood Mac, reduci dal successo di Rumours, si concedono un album doppio a cinque stelle come Tusk. I Led Zeppelinchiudono la loro epopea con In through the outdoor, suona come…

[1970] Millenovecentosettanta

Subito una chicca statistica: nel 1970 il mondo Beatles produce ben sei album, un record. A Let it be si aggiungono i primi lavori solisti di tutti i singoli membri: Ringo Starr ne pubblicherà addirittura due. E se l’esordio di Macca vale solo per il record, appunto, e per Maybe I’m amazed, quelli di Lennon e George Harrison sono capolavori di livello assoluto (All things must…