[1994] Millenovecentonovantaquattro

Nel 1994, il 5 aprile, è morto Kurt Cobain. Nel 1994 i REM hanno fatto uno dei loro ultimi dischi semi-perfetti. Nel 1994 è uscito il primo disco degli Oasis. Il 1994 è l’anno di Grace di Jeff Buckley. Il 1994 è un anno in cui sono usciti talmente tanti dischi incredibili che la top10…

[1965] (I can’t get no) Satisfaction – The Rolling Stones

Un riff di chitarra e lui che russava per 40 minuti. Questo disse d’aver sentito su nastro Keith Richards la mattina dopo aver registrato quello che è forse il riff più famoso di sempre. All’inizio era in realtà un pezzo folk, c’era la chitarra acustica e l’armonica di Brian Jones, ma Richards pensava che quel riff andasse suonato…

[1997] Millenovecentonovantasette

A gennaio debuttano i Daft Punk (Homework) ed esce il terzo disco dei Built to spill (Perfect from now on). Il mese successivo David Bowie pubblica il suo ventesimo album, Earthling, fra i migliori post-70. Ma i dischi più belli del mese sono l’album omonimo con cui i Blur abbandonano il britpop, Either/Or di Elliott…

[1967] – Millenovecentosessantasette

Between the Buttons esce a gennaio, fotografia sfocata dei Rolling tones ancora indecisi sulla direzione da prendere. Jagger e Richards da una parte e Brian Jones dall’altra. Singoli pazzeschi come Let’s spend the night together e Ruby Tuesday da una parte (almeno nell’edizione americana), qualche traccia riempitivo non particolarmente riuscita (Cool, Calm and Collected) e…

Desert Trip Festival, la Villa Arzilla del rock

  Qualche decennio fa Paul McCartney cantava di quando avrebbe avuto 64 anni. Calvo e coi nipotini sulle ginocchia, si immaginava. A 74 anni si è ritrovato in California con altri vecchietti dai nomi importanti – Rolling Stones, Who, Bob Dylan, Neil Young, Roger Waters – ad animare un Festival rock che è stato subito…

Dodici canzoni dei Rolling Stones con Ron Wood

Ron Wood era perfetto per i Rolling Stones, era perfetto per Keith Richards. Anche se ci pensarono prima un po’ su, non poteva che essere lui il nuovo chitarrista destinato a prendere il posto di Mick Taylor. Le prime note coi nuovi compagni Ron Wood le suona su Black and Blue (beh, c’era stata in effetti…

Cinque canzoni degli Animals

Gli Animals erano l’anima nera della British Invasion. Venivano da Newcastle ma facevano blues come l’avessero nel sangue. Come i Rolling Stones, più dei Rolling Stones. Grazie soprattutto a Eric Burdon, faccia cattiva e il bianco con la voce più nera della sua generazione. A scoprirli fu il manager degli Yardbirds, Giorgio Gomelsky, uno che…

Dodici canzoni dei Rolling Stones con Brian Jones

I Rolling Stones migliori sono quelli con Mick Taylor, una parentesi breve ma intensa della loro storia in cui hanno infilato di fila due capolavori assoluti come Sticky Fingers e Exile on Main Street. Ma quei Rolling Stones, nati dall’allontanamento di Brian Jones, non sarebbero stati ovviamente possibili senza la line-up originaria. Di quei primi…

[1976] Millenovecentosettantasei

Esordi. Hey! Ho! Let’s go! Poco più di due minuti tirati e con Blitzkrieg Bop ha inizio la storia discografica dei Ramones. Un mese dopo, sempre sul versante punk del rock esce il primo dei tre album delle Runaways di Joan Jett e Lita Ford (e, a proposito di rockers femminili, esce il primo disco degli Heart…

[1966] Millenovecentosessantasei

Annata niente male, il 1966. L’anno che ha consacrato Simon and Garfunkel, l’anno in cui i Rolling Stones hanno fatto il salto di qualità e Brian Wilson ha portato i Beach Boys al livello dei Beatles. Ah già, l’anno in cui i Beatles hanno detto basta ai concerti per fare l’ennesima rivoluzione. Niente male il 1966. Simon and Garfunkel…

[1965] Millenovecentosessantacinque

Il 1965 è stato davvero un anno cruciale. Per capirlo basta mettere in fila, in ordine cronologico, gli album usciti quell’anno. A gennaio i Rolling Stones pubblicano il secondo album, una raccolta di cover rock n’ roll e rhythm n’ blues tra le quali timidamente si affacciano ancora trascurabili tentativi di Mick Jagger e Keith…

[1995] Millenovecentonovantacinque

Anno di grandi esordi, consacrazioni, classici. I Wilco, nuova incarnazione del genio di Jeff Tweedy dopo lo scioglimento degli Uncle Tupelo proseguono il discorso interrotto dalla band precedente: per sperimentare ci sarà tempo, A.M. è un album fondamentale per la band di Chicago. Da Seattle arrivano invece i Presidents of The United States of America, trio batteria, basso…

Venti cover degli anni Novanta

Hard to handle – Black Crowes Per il loro esordio nel 1990, i Black Crowes scelgono il classico di Otis Redding del 1968. E’ un’interpretazione strepitosa che varrà ai fratelli Robinson il primo numero 1. Knockin’on heaven’s door – Guns n’ Roses Con buona pace di Eric Clapton, dello stesso Dylan e di chiunque si sia cimentato…